Presentazione

Data

dal 1 Febbraio 2016 al 27 Maggio 2016

Descrizione del progetto

L’Istituto comprensivo di Cividale del Friuli (UD) presenta al suo interno 6 plessi di scuole dell’infanzia (nei comuni di Cividale del Friuli, Prepotto e Torreano), 4 plessi di scuola primaria (nei medesimi comuni) e 1 plesso di Scuola secondaria di I grado, nel comune di Cividale del Friuli.
Il progetto prevede il potenziamento degli ambienti digitali per l’apprendimento nella Scuola secondaria di I grado ‘Elvira e Amalia Piccoli’ di Cividale del Friuli, scelta in base:
– all’elevata concentrazione di utenza che garantisce rispetto agli altri plessi di dimensioni minori;
– al cablaggio di tutte le aule ordinarie e speciali recentemente realizzato dal comune di Cividale del Friuli, che garantisce la presenza dei requisiti tecnici minimi per poter implementare le nuove soluzioni digitali senza richiedere onerosi interventi di adattamento edilizio o di rete;
– alla disponibilità di un collegamento internet ADSL, che verrà potenziato in termini di banda nel prossimo futuro per adeguarlo al maggior numero di device collegati alla rete interna;
– alla pluridecennale esperienza di tempo prolungato con un forte orientamento alla didattica laboratoriale, che ha portato la scuola a risultati di ecellenza riconosciuta sia in campo espressivo (ad es. la scuola è ormai giunta alla XXI edizione della manifestazione internazionale di teatro, musica, danza e produzioni multimediali per ragazzi ‘Mittelteatro dei ragazzi per i ragazzi’, che vede ogni anno la rappresentazione di decine di spettacoli sul palco del teatro ‘Ristori’ di Cividale con la partecipazione di circa 1000 giovani protagonisti sul palco e di circa 2000 spettatori) che tecnologico multimediale (con la produzione di vari video ogni anno, dedicati alla conoscenza del territorio e alla documentazione delle attività svolte, che hanno anche vinto premi a concorsi dedicati ai giovani);
– alla presenza di una ‘classe 2.0’, finanziata con risorse MIUR in base a specifico avviso, a partire dall’a.s. 2013/14, che ha permesso l’ulteriore potenziamento delle competenze di didattica attiva tramite le TIC presso un nucleo consistente di insegnanti;
– alla dotazione hardware ancora insufficiente, rispetto all’utenza potenziale e ai bisogni di tutti i docenti, sia nel campo dei laboratori mobili che delle aule ‘aumentate’, che frena la diffusione di modalità didattiche attive che sfruttino pienamente le opportunità offerte dalle nuove tecnologie per la didattica;
– alla presenza di una quota crescente di utenza con bisogni specifici di apprendimento, in parte legati alla presenza di un numero significativo di alunni stranieri di immigrazione recente o recentissima e quindi con gravi problemi di comunicazione, che troverebbe negli ausili offerti dalle TIC un’importante risorsa per il superamento delle difficoltà di apprendimento.
Il progetto di cui si chiede il finanziamento si pone l’obiettivo di potenziare gli ambienti digitali dell’Istituto attraverso:
– il potenziamento dei laboratori mobili tramite l’acquisto di un set di tablet e relative attrezzature accessorie, utilizzabili in diversi ambienti (aula, laboratorio, uscite esterne) e contesti (tutte le classi e tutte le discipline);
– il potenziamento digitale di aule tradizionali attraverso l’utilizzo di tecnologie differenziate, in base al preesistente livello di dotazione delle aule (videoproiettori ad ottica corta laddove non sia necessario l’utilizzo di supporti interattivi, kit videoproiettori interattivi multimediali con lavagna, kit LIM con videoproiettore ad ottica ultracorta e lavagna multimediale interattiva) e relativi accessori per la connessione wireless;
– il potenziamento della dotazione di software dedicato ad alunni con particolari necessità di apprendimento quali DSA, BES, ecc;
– il potenziamento delle dotazioni informatiche a disposizione dei docenti per attività di backoffice (predisposizione di materiali didattici, consultazione siti internet, utilizzo registro elettronico in corso di attivazione, ecc.) tramite l’acquisto di notebook per garantire elevata mobilità.

Documenti del progetto

Obiettivi

L'Istituto comprensivo di Cividale del Friuli (UD) presenta al suo interno 6 plessi di scuole dell'infanzia (nei comuni di Cividale del Friuli, Prepotto e Torreano), 4 plessi di scuola primaria (nei medesimi comuni) e 1 plesso di Scuola secondaria di I grado, nel comune di Cividale del Friuli.
Il progetto prevede il potenziamento degli ambienti digitali per l'apprendimento nella Scuola secondaria di I grado 'Elvira e Amalia Piccoli' di Cividale del Friuli, scelta in base:
- all'elevata concentrazione di utenza che garantisce rispetto agli altri plessi di dimensioni minori;
- al cablaggio di tutte le aule ordinarie e speciali recentemente realizzato dal comune di Cividale del Friuli, che garantisce la presenza dei requisiti tecnici minimi per poter implementare le nuove soluzioni digitali senza richiedere onerosi interventi di adattamento edilizio o di rete;
- alla disponibilità di un collegamento internet ADSL, che verrà potenziato in termini di banda nel prossimo futuro per adeguarlo al maggior numero di device collegati alla rete interna;
- alla pluridecennale esperienza di tempo prolungato con un forte orientamento alla didattica laboratoriale, che ha portato la scuola a risultati di eccellenza riconosciuta sia in campo espressivo (ad es. la scuola è ormai giunta alla XXI edizione della manifestazione internazionale di teatro, musica, danza e produzioni multimediali per ragazzi 'Mittelteatro dei ragazzi per i ragazzi', che vede ogni anno la rappresentazione di decine di spettacoli sul palco del teatro 'Ristori' di Cividale con la partecipazione di circa 1000 giovani protagonisti sul palco e di circa 2000 spettatori) che tecnologico multimediale (con la produzione di vari video ogni anno, dedicati alla conoscenza del territorio e alla documentazione delle attività svolte, che hanno anche vinto premi a concorsi dedicati ai giovani);
- alla presenza di una 'classe 2.0', finanziata con risorse MIUR in base a specifico avviso, a partire dall'a.s. 2013/14, che ha permesso l'ulteriore potenziamento delle competenze di didattica attiva tramite le TIC presso un nucleo consistente di insegnanti;
- alla dotazione hardware ancora insufficiente, rispetto all'utenza potenziale e ai bisogni di tutti i docenti, sia nel campo dei laboratori mobili che delle aule 'aumentate', che frena la diffusione di modalità didattiche attive che sfruttino pienamente le opportunità offerte dalle nuove tecnologie per la didattica;
- alla presenza di una quota crescente di utenza con bisogni specifici di apprendimento, in parte legati alla presenza di un numero significativo di alunni stranieri di immigrazione recente o recentissima e quindi con gravi problemi di comunicazione, che troverebbe negli ausili offerti dalle TIC un'importante risorsa per il superamento delle difficoltà di apprendimento.
Il progetto di cui si chiede il finanziamento si pone l'obiettivo di potenziare gli ambienti digitali dell'Istituto attraverso:
- il potenziamento dei laboratori mobili tramite l'acquisto di un set di tablet e relative attrezzature accessorie, utilizzabili in diversi ambienti (aula, laboratorio, uscite esterne) e contesti (tutte le classi e tutte le discipline);
- il potenziamento digitale di aule tradizionali attraverso l'utilizzo di tecnologie differenziate, in base al preesistente livello di dotazione delle aule (videoproiettori ad ottica corta laddove non sia necessario l'utilizzo di supporti interattivi, kit videoproiettori interattivi multimediali con lavagna, kit LIM con videoproiettore ad ottica ultracorta e lavagna multimediale interattiva) e relativi accessori per la connessione wireless;
- il potenziamento della dotazione di software dedicato ad alunni con particolari necessità di apprendimento quali DSA, BES, ecc;
- il potenziamento delle dotazioni informatiche a disposizione dei docenti per attività di backoffice (predisposizione di materiali didattici, consultazione siti internet, utilizzo registro elettronico in corso di attivazione, ecc.) tramite l'acquisto di notebook per garantire elevata mobilità.
La realizzazione di tali investimenti permetterà il raggiungimento dei seguenti obiettivi didattici:
- Apprendere attraverso modalità didattiche attive e coinvolgenti, mediate dalle ICT
- Sviluppare un uso consapevole e responsabile dei device digitali e delle risorse web all’interno del contesto scolastico, favorendo l'alfabetizzazione digitale degli alunni;
- Apprendere tramite strumenti di didattica collaborativa di classe;
- Apprendere secondo percorsi personalizzati nei contenuti, nei tempi di apprendimento, nelle strategie cognitive;
- Sviluppare capacità di comunicazione, di ricerca e accesso alle informazioni e alle risorse didattiche on line.
Gli ambienti digitali permetteranno inoltre di perseguire i seguenti obiettivi relativi alla professionalità dei docenti:
- Utilizzare metodologie e strumenti della didattica 2.0
- Utilizzare il computer e altre tecnologie per comunicare e instaurare rapporti collaborativi con gli altri docenti
- Accedere al portale della scuola e utilizzare e condividere i registri informatici
- Aprire un nuovo canale di comunicazione verso gli studenti e le loro famiglie
Risultato atteso dall'implementazione e utilizzo degli ambienti digitali è:
- un aggiornamento e miglioramento delle metodologie didattiche utilizzate nella scuola, con particolare riferimento alle metodologie attive, con un miglioramento nei risultati scolastici degli allievi grazie ad un maggiore coinvolgimento e una maggiore motivazione;
- una maggiore personalizzazione dei percorsi di apprendimento che tenga conto dei bisogni e delle risorse degli allievi;
- una maggior capacità della scuola a dialogare con il mondo che la circonda (famiglie in primo luogo).

In collaborazione con

Ministero dell'Istruzione, Unione Europea

Importo finanziato

€ 21.453,92

Risultati